Compleo Designer permette di  creare facilmente una fattura personalizzata leggendo i dati da un database esterno.

Nella prima parte del tutorial abbiamo visto come:

  • creare un nuovo template
  • importare i dati
  • impostare le query

Come impostare Proprietà e Stile dell’oggetto

  • Selezioniamo ancora l’oggetto Data Table ROW e clicchiamo su Row Type1.

In Proprietà si può definire se questa riga è libera, è un header o un footer e quando e se visualizzare l’header su ogni pagina.

In Stile invece si possono personalizzare i bordi e il numero di colonne (una volta inserita una row type questo è l’unico modo per aggiungere o rimuovere colonne). Ogni oggetto (testo, immagine, ecc) può essere inserito in una cella della tabella semplicemente trascinandolo al suo interno.

Cliccando sul bottone cerchiato in rosso possono essere create altre righe e, agendo sulle proprietà, si può personalizzare il layout ottenuto.

Ad esempio nella nostra fattura abbiamo usato il seguente oggetto Data Table ROW:

tu_fattura_compleo_14

Nelle proprietà abbiamo rimosso l’header in tutte le righe; intestazione cliente è libera e può iniziare una nuova pagina mentre tutte le altre sono collegate alla riga precedente.

tu_fattura_compleo_15

Il risultato ottenuto è il seguente:

tu_fattura_compleo_16

Per farlo abbiamo personalizzato i dati da inserire nelle righe con delle caselle di testo.

In Template Designer cliccando su Text Zone si crea una casella di testo che poi viene trascinata nella tabella.

Facendo click sull’oggetto nella finestra degli oggetti, quello selezionato viene evidenziato e quindi risulta semplice costruire il layout desiderato. Per calcolare i totali di ogni riga (o comunque per poter elaborare i dati) suggeriamo di utilizzare il database e di importarlo come colonna dati. Si può comunque creare una variabile all’interno della data table che assume il valore desiderato.

Per creare una Text Zone basta andare in Template, cliccare Text Zone e evidenziare una zona nella Final View per delimitare le dimensioni della zona di testo.

tu_fattura_compleo_17

L’editor permette di gestire il Font e lo Stile del testo.

Cliccando sull’ultima icona in alto a destra possono essere inserite le variabili (una variabile è un oggetto che viene valorizzato in maniera dinamica).

Le colonne stesse sono variabili (si possono creare anche variabili ad hoc).

tu_fattura_compleo_18

Abbiamo le variabili di tipo:

  • File Information (variabili di default come ad esempio la data di creazione o il nome del file)
  • Template (create dall’utente, più avanti mostreremo come)
  • Documento (ovvero le colonne).

Selezioniamo la colonna che vogliamo inserire e clicchiamo su OK.

Nell’editor comparirà la scritta <!__ nome della variabile __!>. Questa variabile verrà valorizzata a runtime permettendoci di inserire le varie linee d’ordine.

Come impostare la lingua del documento

In basso a sinistra nella Text Zone è presente il menù a discesa con scritto ITA.

In Compleo è infatti possibile settare la lingua del documento, così da permettere la creazione di fatture personalizzate in base alla lingua del cliente.

Per prima cosa creiamo una variabile Lingua che contiene il valore della lingua corrente. Nel nostro database avevamo una tabella che associava l’ID della fattura alla lingua in cui doveva essere creata.

Clicchiamo su First page (sopra al bottone Run Mode) e il solito bottone ci permette nella parte dedicata alle variabili di creare una nuova variabile (queste variabili verranno visualizzate nel Compleo Designer Template Variabile).

tu_fattura_compleo_19

Nel menù che si apre possiamo scegliere il nome della variabile e il suo valore.

tu_fattura_compleo_20

La variabile può assumere un valore costante (che può essere chiesto a runtime) oppure può essere il risultato di una query, di una chiamata a una funzione SAP o una variabile calcolata (esempio la somma di altre variabili).

Nel nostro caso lingua è una query variabile.

tu_fattura_compleo_21

Si noti come si possano utilizzare altre variabili anche durante la query.

Abbiamo creato quindi una variabile che, nel nostro caso, in base all’ID dell’ordine assume i valori ITA o FRA.

Dobbiamo ora impostare la lingua del template.

Clicchiamo sul bottone template (nel menù a sinistra, sopra First page) e andiamo nelle Preferenze.

Nel tab Language variable impostiamo come variabile la variabile appena creata, settiamo il default e aggiungiamo le altre lingue presenti.

Una volta confermato possiamo impostare un testo personalizzato per ogni lingua.

Quando il template viene lanciato viene visualizzato il testo in base al valore di questa variabile.

tu_fattura_compleo_22

Come creare l’header del documento

L’header è una parte del testo che si ripete all’inizio di ogni pagina.

In template designer clicchiamo su Header / Footer.

Tutto ciò che non è header viene visualizzato in grigio e non è editabile. Grazie alle condizioni che si possono applicare a ciascun oggetto è possibile differenziare i vari header. Per settare le condizioni basta cliccare sull’oggetto e selezionare le condizioni che devono essere valide affinché questo sia rappresentato. Le condizioni seguenti permettono di rappresentare un oggetto se è la prima pagina (usiamo la variabile built-in Curpage) e la lingua è ITA.

Si noti che abbiamo selezionato la condizione per cui viene visualizzato se tutte le condizioni presenti sono valide (“Apply if all conditions are valid”).

tu_fattura_compleo_23

Come creare l’intestazione della fattura

L’intestazione della fattura deve essere collocata sopra le linee d’ordine create in precedenza e, ovviamente, non verrà ripetuta.

Abbiamo creato e affiancato vari oggetti di testo. Il menù permette di scegliere se visualizzare o meno i bordi e il loro spessore. I pulsanti in rosso permettono di gestire posizionamento, dimensione e l’ordine di presentazione in caso di oggetti sovrapposti. Possono sempre essere utilizzate condizioni per poter personalizzare al massimo l’intestazione. Le caselle di testo possono essere arbitrariamente inserite in una tabella.

tu_fattura_compleo_24

Il risultato ottenuto è il seguente:

tu_fattura_compleo_25

Infine abbiamo realizzato la parte finale della fattura con il totale, che abbiamo inserito poco sotto la data table ROW.

Il risultato ottenuto è il seguente:

tu_fattura_compleo_26

Per farlo abbiamo utilizzato tabelle (è possibile personalizzare l’altezza di ogni riga e la larghezza di ogni colonna). Il totale lo abbiamo calcolato grazie ad alcune variabili che assumono come valore il risultato di una query.

Il valore della cella che contiene il totale e lo sconto è il seguente:

tu_fattura_compleo_26b

In esso vengono utilizzate alcune variabili per valorizzare il totale e gli altri parametri, ad esempio il totale merci è rappresentato dalla seguente query:

tu_fattura_compleo_27

Il template della fattura è ora completo.

Non resta che scegliere uno o più Run Mode tra le alternative suggerite.

È possibile mandarlo via mail o via fax, fare l’upload a SAP, zipparlo o interagire con altri moduli della suite.

tu_fattura_compleo_28

In questo tutorial abbiamo mostrato come realizzare una fattura complessa in maniera semplice.

Nel prossimo articolo mostreremo come creare un processo complesso dove la fattura viene inviata a una persona che può approvarla o rifiutarla.

Semplifica e automatizza la creazione delle fatture